Esclusive dall’Est Europa n. 36

Un flusso di notizie dai vari paesi posti nell’est dell’Europa spesso rappresenta un passo troppo grande per chiunque; esiste invece la possibilità di elencare delle informazioni che sono indicative di sviluppi che non si possono ignorare. L’elencazione è solo suggestiva e non è minimamente completa, ma ognuna di queste storie può risvegliare un interesse più ampio.
1.       Putin ha un concorrente: le reliquie di un Santo. Una grande percentuale di russi afferma che le reliquie di un Santo esposto a Mosca, godono dello stesso sostegno di Vladimir Putin; ma nonostante che le due percentuali di approvazione siano vicine, i sondaggi suggeriscono che il popolo russo è pronto a conferire un altro mandato presidenziale a Putin, anche se non ha un piano.  Nel frattempo, un politico di Barnaul ha proposto di rinominare la città di modo che possa diventare Putingrad o Putinburg; mentre i funzionari di altre regioni che sono in attesa di ricevere la visita del capo del Cremlino, nel tentativo di fargli una buona impressione, stanno “ristrutturando” i loro uffici in modalità Potemkin. Putin questa settimana ha ricevuto una lode da un posto forse inaspettato: i media di Pechino. I commentatori cinesi hanno affermato che Putin è veramente impressionante nella sua capacità di mantenere il sostegno popolare anche se in casa ha una situazione economica disastrosa.

2.       Putin adesso sta cercando d’orchestrare l’impegno di Trump . Coloro che pensavano che il leader del Cremlino avesse semplicemente reclutato Donald Trump e lo avesse aiutato a diventare presidente degli Stati Uniti, non avevano capito ciò che voleva Putin: lui è interessato a destabilizzare gli Stati Uniti e gli altri paesi occidentali, ed è disposto a pescare nelle acque più torbide, sostenendo e poi sconvolgendo lo stesso individuo.
3.       L’economia russa è in profonda difficoltà. Gli esperti di Mosca affermano che la situazione economica in Russia continua a peggiorare, e la Banca Mondiale ha abbassato le sue previsioni di crescita. Tra i motivi del pessimismo troviamo: gli arretrati salariali sono aumentati del 30 per cento dal 1° di gennaio; la disoccupazione giovanile è al livello del 65% ed è in aumento; i redditi effettivi disponibili sono diminuiti dell’8 per cento nell’ultimo anno; le disponibilità di alloggi sono in diminuzione; le prospettive per ricevere il prossimo anno la pensione si stanno deteriorando. Ma gli esperti sostengono che i russi sono finanziariamente analfabeti e quindi sono disposti a bere le affermazioni dei loro leader, come quella di Dmitry Medvedev di questa settimana, nella quale ha sostenuto che in due anni la crescita russa li porterà sul tetto del mondo.
4.       Notizie negative sul fronte sociale . Oltre ai problemi economici, in Russia stanno aumentando anche quelli sociali. Tra quelli noti di questa settimana: la Russia rurale si sta deteriorando sempre più rapidamente per quello che gli studiosi sostengono che sia una negativa selezione sociale anti-naturale della popolazione; i piani di Mosca per una nuova autostrada a San Pietroburgo hanno ignorato i problemi ecologici e gli ambientalisti hanno bloccato la costruzione; sempre più russi non hanno i medicinali necessari; i funzionari delle scuole di alcune città russe stanno separando gli studenti in base ai redditi, ricevono nelle scuole i bambini i cui genitori sono ricchi, e non accettano l’iscrizione dei bambini figli di genitori disagiati. Dai 15.000 ai 20.000 bambini russi ogni anno scompaiono. C’è una macchia luminosa questa settimana: due città russe sono state autorizzate a mantenere l’acqua calda anche per l’estate, mentre Mosca ha la possibilità di erogare per altri dieci giorni l’acqua calda a causa delle temperature anormalmente fredde. Normalmente, i funzionari chiudono l’acqua calda nei mesi estivi per risparmiare denaro.
5.       Tre nazioni non russe combattono per salvare le loro lingue . I Buryats hanno concluso che l’unico modo per salvare la loro lingua è quella di renderla simile al mongolo, di modo che possano trarre vantaggio dall’altro paese che è indipendente. Un gruppo di tartari del Volga ha invitato tutti i membri della nazione a concepire e allevare almeno tre bambini che poi parlino tartaro. I Circassiani invece, sostengono che l’unica salvezza della loro lingua, ora che non viene più insegnata nelle scuole statali, sia di obbligarla negli uffici governativi. Altre notizie di questa settimana legate alla nazionalità: ci sono rapporti che gli ufficiali d’immigrazione negli aeroporti di Mosca stanno maltrattando chiunque possa sembrare un musulmano; un esperto ha affermato che l’oppressione contro i giornalisti nel Caucaso settentrionale è la peggiore che si possa avere in qualsiasi altra parte della Russia; una storia ampiamente riportata è che i lavoratori immigrati sono responsabili del 12 per cento delle violenze.

6.       Il Patriarcato di Mosca vuole di più di quanto gli spetta.   Ci sono crescenti sospetti e rabbia verso quello che molti vedono come un potere “rubato” del Patriarcato di Mosca, che vuole accaparrarsi il maggior numero di proprietà anche se in passato non erano mai appartenute alla chiesa. Ciò consente alle autorità di controllare chi tra la popolazione si oppone alla chiesa.   Forse a causa di questi sospetti, molti stanno combattendo contro la chiesa e persino hanno qualche successo. I residenti di Tomsk, ad esempio, hanno bloccato i piani per la costruzione di una nuova cattedrale; sembra che i funzionari dello Yekaterinburg stiano abbandonando l’idea di costruire una cattedrale sull’acqua.
7.       Mosca adotta un piano antidoping . Il governo russo, in vista di una possibile autorizzazione a partecipare ai concorsi internazionali di atletica e di garantirsi il diritto ad ospitare la Coppa del Mondo 2018, ha approvato un piano anti-doping.   Il CIO ha accolto con favore questo passo, ma la WADA è scettica e vuole che gli informatori garantiscano la conformità russa. Ciò ha scatenato una reazione di Vladimir Putin che ha suggerito che qualsiasi uso di informatori fosse pericoloso perché potrebbe diffondersi ad altre aree. Un segno di pericolo sulla conformità russa: da quando Mosca si è staccata dalla comunità sportiva internazionale ed ha legalizzato l’uso di Meldonin, le vendite del farmaco, che aumenta le prestazioni, sono aumentate del 250 per cento.
8.   Costruzione di una nave da difesa letteralmente vuota.   Durante la festa per l’inaugurazione di una nave da guerra, dopo la tradizionale rottura della bottiglia di champagne, la nave non si è mossa perché era senza motore e sala macchine. Sgomento tra tutti gli spettatori a cui il funzionario addetto ha risposto che “non tutte le ciambelle escono con il buco, ma la nave si”. Questo è solo uno dei modi in cui la crisi economica sta colpendo il sistema russo di difesa; lo scudo missilistico CIS costerà alla Russia più soldi di quanti ne ricava, ciò significa che la Russia nei prossimi anni non potrà sperimentare nuovi missili, infatti Mosca ha ammesso che non avrà nuovi missili per i prossimi cinque anni. Ma c’è ancora un problema più grave per il sistema di difesa: Vladimir Putin continua a privatizzare gli stabilimenti di difesa e molti dei loro nuovi proprietari non pagano l’importo pattuito; ma il peggio è che alla fine la Russia rimarrà senza fabbriche.
9.   I pensionati dei Siloviki non sono felici.   La prima regola di un’autocrazia è quella d’assicurarsi che i militari e la polizia siano soddisfatti dei loro profitti. La seconda regola è che coloro che lavorano per le strutture di difesa e forza pubblica debbano contare su un buon pensionamento.   La Russia di Vladimir Putin sta ora violando il secondo dei principi, perché i pensionati dei siloviki si stanno lamentando sempre più spesso delle loro pensioni e del modo in cui vengono trattati.   Due storie che evidenziano la sicurezza interna: Dmitry Rogozin ha affermato che la guardia russa deve essere “armata fino ai denti per svolgere bene il suo lavoro”. Alcuni analisti hanno argomentato invece, che se si promuove la crescita demografica ci sarebbe più sicurezza nazionale che costruire nuovi missili Iskander.

10.   I russi si chiedono: “l’Antartide è nostro?”.   Ora che gli esploratori russi in Antartide hanno eretto una chiesa ortodossa russa, alcuni russi si sono chiesti se questo dimostrasse che “l’Antartide è nostro”.
11.   Gesù avrebbe accettato un Land Cruiser? Un vescovo russo dice di ‘sì’.   Un vescovo ortodosso russo ha risposto alla critica dei buoni stili di vita che sostengono lui e gli altri gerarchi della sua diocesi, affermando che Gesù Cristo sarebbe stato molto felice di accettare in dono una Land Cruiser se qualcuno gliela avesse offerta.
12.   In Russia, quasi tutti gli imputati risultano colpevoli, ma pochi vengono veramente puniti . Il sistema giuridico russo trova tutti colpevoli, ma per evitare di avere spese nei luoghi di detenzione, molti non vengono incarcerati.  Un gruppo che è punito in modo speciale è quello dei siloviki, che se vengono scoperti d’aver violato le regole delle loro organizzazioni, quando sono incarcerati – cosa che non accade spesso – sono alloggiati in istituzioni separate – resort – e si dedicano alla bella vita.
13.   Vuoi sapere quali sono i russi che pubblicano cose estremiste su Internet? C’è un elenco in vendita.   Un gruppo intraprendente ha assemblato un elenco di 100.000 persone che hanno pubblicato articoli e clip estremisti su Internet e lo ha messo in vendita.
14.   L’ISIS è dietro ai gruppi di suicidi russi . Le comunità di Internet che promuovono i patti suicidi sono state utilizzate dall’ISIS come strumenti di reclutamento, e, secondo un nuovo studio, la conclusione spiega il perché la Duma russa avesse approvato la nuova legge che vieta la promozione del suicidio.

15.       Più di 30.000 ucraini etnici della Crimea occupata dalla Russia sono ora in prigione .   Circa 30.000 ucraini etnici abitanti nella penisola di Crimea, ora occupata dalla Russia, sono nelle carceri russe, spesso dopo essere stati condannati in base a “reati” inventati, affermano i funzionari di Kyiv.
16.       L’Ucraina obbliga che il 75% della programmazione televisiva sia in ucraino.   Nell’ambito del suo sforzo di limitare l’influenza russa, la Verkhovna Rada ha votato perché i canali televisivi ucraini usino per il 75 per cento dei loro programmi la lingua ucraina.
17.       Papa Francesco sorride ai soldati ucraini .   Dopo il suo incontro con Donald Trump, in cui il Santo Padre non ha sorriso in modo dimostrativo, Papa Francesco si è “sfogato” quando ha incontrato i membri delle truppe ucraine.

18.   L’Estonia espelle due russi dal consolato di Mosca a Narva.   Tallinn ha espulso due funzionari consolari russi dalla città prevalentemente russa di Narva, nel nord-est dell’Estonia, probabilmente perché erano impegnati in azioni incompatibili con le norme che disciplinano il comportamento diplomatico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...